Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Nuove regole per le tariffe di distribuzione del gas e per l'accesso alle reti locali

Gli interventi predispongono il sistema gas all'apertura totale del mercato

Milano, 02 luglio 2002

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha integrato la propria deliberazione n. 237 del 2000, che disponeva i meccanismi di calcolo delle tariffe di distribuzione del gas, adeguandola a quanto previsto da alcune sentenze del Tar per la Lombardia sulle quali è imminente la pronuncia da parte del Consiglio di Stato. La nuova deliberazione, di prossima pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, è disponibile sul sito internet www.autorita.energia.it

Le modifiche riguardano in particolare i criteri di determinazione del costo del capitale investito per i soggetti che dispongono di dati di bilancio certificati a partire dall'esercizio che si conclude anteriormente all'1 gennaio 1991. Per tali soggetti è prevista una procedura di determinazione individuale del capitale investito basata sul metodo del costo storico rivalutato, in luogo del valore parametrico in precedenza previsto. Il provvedimento mantiene, invece, inalterato il sistema di valutazione parametrico per tutti i distributori che non dispongano di bilanci certificati o ne dispongano solo a partire da esercizi chiusi successivamente all'1 gennaio 1991, o nel caso in cui non sia possibile disporre di dati attinenti il solo settore del gas.

La delibera prevede inoltre la proroga del termine di presentazione delle opzioni tariffarie al 30 luglio 2002 da parte delle imprese che continuano ad adottare il sistema parametrico e al 15 agosto per le imprese che opteranno per il sistema di valutazione individuale del capitale.

L'Autorità ha stabilito inoltre una serie di regole che facilitano l'accesso alle reti di distribuzione e consentono condizioni di imparzialità nell'erogazione del servizio, in relazione all'ormai imminente completa apertura per i consumatori finali del mercato del gas dal 1 gennaio 2003.