Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Sanzionata Enel distribuzione per aver fornito dati non veritieri sulle interruzioni di elettricità in Campania, Calabria e Sicilia

Milano, 08 maggio 2001

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha concluso l'istruttoria avviata il 13 dicembre 2000 nei confronti di Enel distribuzione per avere fornito informazioni non veritiere sulla durata e numerosità delle interruzioni del servizio elettrico nelle regioni Campania, Calabria e Sicilia per gli anni 1998 e 1999.

L'Autorità, che basa le proprie decisioni in materia tariffaria e di qualità del servizio sui dati forniti dalle imprese controllandoli a campione, considerata l'oggettiva gravità dell'accaduto e riconosciute in parte le circostanze attenuanti addotte da Enel distribuzione, ha deciso di comminare alla stessa società una sanzione amministrativa di 90 miliardi di lire. La delibera è disponibile sul sito internet www.autorita.energia.it

L'Autorità apprezza l'attività intrapresa con decisione da Enel distribuzione per rimuovere le cause che hanno portato all'alterazione dei dati e confida che le istituzioni e i consumatori potranno operare avendo informazioni corrette per tutto il territorio nazionale.

L'Autorità intende confermare gli stessi obiettivi di riduzione delle interruzioni previsti per il 2004 stabiliti in base ai dati non veritieri che dipingevano una situazione migliore di quella che è poi emersa. Tali obiettivi prevedono di portare numero e durata delle interruzioni del Mezzogiorno agli attuali livelli del Nord del Paese e di portare il valore medio nazionale agli attuali livelli dei grandi Paesi europei, che registrano meno della metà sia del numero che della durata delle interruzioni italiane.

Complessivamente per le tre regioni, dal confronto con i dati dell'anno 2000, l'Autorità stima per il 1999 una situazione di oltre l'80 per cento peggiore rispetto a quanto comunicato. I dati non veritieri riguardano un'area territoriale che comprende il 22,6 per cento dell'intera clientela alimentata in bassa tensione da Enel distribuzione: al 31 dicembre 1999 si trattava di 2,37 milioni di utenti in Campania, 1,17 milioni di utenti in Calabria, 2,79 milioni in Sicilia. I dati che si riferiscono alle tre regioni, pubblicati nei rapporti annuali sulla qualità del servizio elettrico in quegli anni (disponibili sul sito internet dell'Autorità), vanno considerati non validi.