Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Deliberate le condizioni per il dispacciamento ed emanate disposizioni per il mercato dell'elettricità

Milano, 04 maggio 2001

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha stabilito le condizioni per il dispacciamento dell'energia elettrica, come previsto dal decreto di liberalizzazione, e ha emanato alcune disposizioni generali per il funzionamento della borsa dell'elettricità. I due provvedimenti sono disponibili sul sito internet dell'Autorità www.autorita.energia.it.

Condizioni per il dispacciamento dell'energia elettrica.

Il provvedimento regola le condizioni per il dispacciamento dell'energia elettrica sulle reti nazionali con particolare riferimento alla gestione delle congestioni (scarsità della capacità di trasporto di una rete), al mantenimento dell'equilibrio tra domanda e offerta e alla gestione delle riserve, garantendo la sicurezza del sistema elettrico nazionale.

Nel rispetto delle condizioni stabilite dall'Autorità il Gestore della rete di trasmissione nazionale (Grtn) procederà ad elaborare le regole per il dispacciamento, attività che svolge in concessione. Le regole per il dispacciamento interessano tutti gli utenti delle reti, sia i fornitori che immettono l'elettricità sia i clienti che la prelevano.

La regolazione dell'attività di dispacciamento rappresenta un tassello fondamentale per consentire l'avvio del dispacciamento di merito economico (basato sul minor prezzo offerto) previsto dal decreto legislativo di liberalizzazione contestualmente all'avvio della borsa elettrica, e garantire la "convivenza" delle transazioni definite nell'ambito della borsa con quelle dei contratti bilaterali (fuori borsa) al fine di garantire la sicurezza di funzionamento del sistema elettrico.

Disposizioni sul mercato dell'energia elettrica.

Il provvedimento definisce il quadro di regole e norme generali cui si atterranno gli interventi dell'Autorità per garantire la promozione della concorrenza, in un mercato caratterizzato dalla presenza di un operatore in posizione dominante. L'Autorità intende prevenire l'esercizio di potere di mercato attraverso la trasparenza delle procedure, stabilendo condizioni non discriminatorie per i vari operatori, assicurando meccanismi efficienti nella formazione dei prezzi.

Per consentire all'Autorità il continuo monitoraggio dei comportamenti dei soggetti che opereranno nella borsa dell'elettricità, il provvedimento delinea le modalità informative cui il gestore del mercato dovrà attenersi. In particolare dovranno essere fornite periodiche relazioni sul funzionamento del mercato elettrico nelle sue varie fasi operative, mentre lo svolgimento delle negoziazioni sarà seguito dall'Autorità attraverso un collegamento telematico diretto con la borsa.