Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Doc. di Consultazione

Comunicato stampa

Tariffa unica nazionale:diffuso il documento di consultazione sulla perequazione dei costi di distribuzione dell'elettricità.

Milano, 15 giugno 2000

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha diffuso le proprie proposte sui criteri che intende seguire nel definire i sistemi di perequazione tra le aziende distributrici di energia elettrica. Il documento per la consultazione è disponibile sul sito internet dell'Autorità (www.autorita.energia.it) e i soggetti interessati potranno far pervenire osservazioni e proposte entro il prossimo 17 luglio. Un successivo documento per la consultazione, contenente i valori di perequazione, sarà diffuso entro il 15 settembre per giungere al provvedimento finale entro metà dicembre.

I sistemi di perequazione territoriale dei costi di distribuzione dell'energia elettrica sono necessari per il mantenimento della tariffa unica nazionale in presenza di una pluralità di distributori che operano in diverse aree del Paese. I costi dell'attività di distribuzione risentono infatti delle diversità orografiche e di densità di utenza.

La perequazione proposta dall'Autorità compenserà le differenze di costo rispetto ai valori medi nazionali utilizzati nella definizione delle tariffe, salvaguardando gli stimoli all'efficienza introdotti con il meccanismo del price cap (riduzione annuale prefissata dei costi di distribuzione riconosciuti in tariffa).

In assenza di perequazione, la tariffa unica nazionale comporta per le imprese vantaggi o svantaggi per motivi indipendenti dalla loro capacità imprenditoriale, determinando per alcune costi del servizio superiori rispetto ai ricavi tariffari destinati alla loro copertura, mentre altre, attive in aree geografiche meno costose da servire, si troverebbero a beneficiare di ricavi maggiori ai costi.

L'area geografica che l'Autorità propone di prendere come riferimento per la perequazione dei costi di distribuzione è l'area servita da ciascun distributore, comunque non eccedente la provincia.