Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Provvedimenti

Comunicato stampa

Finanziato il Gestore della rete di trasmissione

Altre decisioni dell'Autorità: proroga del termine di presentazione delle opzioni tariffarie e disposizioni in materia di Cassa conguaglio del settore elettrico

Milano, 11 aprile 2000

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha recentemente deliberato il finanziamento del Gestore della rete di trasmissione nazionale, la proroga del termine per la presentazione delle opzioni tariffarie base ed emanato direttive per la Cassa conguaglio del settore elettrico. Le delibere dell'Autorità, di prossima pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, sono disponibili sul sito internet (www.autorita.energia.it).


Finanziamento del Gestore della rete di trasmissione. In attuazione del decreto legislativo 79/99 di liberalizzazione del mercato elettrico, l'Autorità ha determinato per l'anno 2000, a partire dal primo aprile, il corrispettivo a copertura dei costi di funzionamento della società Gestore della rete nazionale di trasmissione, quantificandolo in 0,5 lire per kWh (pari a circa 130 miliardi di lire su base annua). Le attività del Gestore, in precedenza svolte dall'Enel, sono finanziate dalle tariffe finali sul mercato vincolato e dalle tariffe di trasporto sul mercato libero.


Proroga del termine per la presentazione delle opzioni tariffarie base. Su richiesta dei distributori, l'Autorità ha prorogato al 30 aprile 2000 il termine del 31 marzo per la presentazione delle opzioni tariffarie che devono essere approvate dall'Autorità prima dell'entrata in vigore dal prossimo primo luglio. Le opzioni tariffarie, introdotte con la riforma delle tariffe elettriche, consentono di modulare le tariffe sulle specifiche esigenze degli utenti. Per garantire il mantenimento della tariffa unica nazionale, l'Autorità verifica per ogni opzione tariffaria il rispetto del tetto ai ricavi che le imprese possono ottenere dai singoli utenti.


Cassa conguaglio. L'Autorità ha emanato disposizioni alla Cassa conguaglio per il settore elettrico per la gestione delle componenti della tariffa elettrica introdotte dalla riforma di fine anno. In particolare, sono stati istituiti: il conto per la perequazione dei contributi sostitutivi dei regimi tariffari speciali, destinato a compensare i distributori che forniscono energia elettrica a clienti che godono, per legge, di tariffe agevolate; il conto per il contributo finalizzato a rendere graduale la riduzione dei ricavi delle imprese nel passaggio dal vecchio al nuovo sistema tariffario; il conto per il finanziamento delle attività nucleari residue, che rimborsa alla Società Sogin S.p.A. i costi delle attività di smantellamento delle centrali nucleari e di smaltimento dei rifiuti radioattivi; il conto per il finanziamento delle attività di ricerca del sistema elettrico, le cui risorse sono destinate temporaneamente alla società Cesi SpA.