Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione

Documenti collegati

Doc. di Consultazione

Comunicato stampa

L'Autorità diffonde un documento di consultazione su cogenerazione e impianti assimilati

Milano, 10 agosto 2000

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha emanato un documento per la consultazione che propone i criteri per le definizioni di cogenerazione, ai sensi dell'articolo 2, comma 8, del decreto legislativo n. 79/99 (decreto Bersani), nonché le condizioni tecniche per l'assimilabilità degli impianti di produzione di energia elettrica a quelli che utilizzano fonti rinnovabili. La nuova definizione di cogenerazione consente di identificare, tra gli impianti esistenti e di nuova realizzazione, quelli che garantiscono un significativo risparmio di energia rispetto alle produzioni separate. Vengono a tale scopo definiti uno o più indicatori che consentono:

L'Autorità propone le condizioni tecniche per l'assimilabilità con riferimento ai rendimenti caratteristici degli impianti per la produzione di energia elettrica di costruzione più recente.

Dalla prima definizione di assimilabilità (Cip n. 6/92) sono passati 8 anni e il progresso tecnologico ha reso obsoleta tale definizione richiedendone una revisione.

E' importante sottolineare che il decreto Bersani ha delineato un quadro normativo nel quale la cogenerazione è esentata dagli oneri relativi alla promozione delle fonti rinnovabili attraverso il meccanismo dei cosiddetti certificati verdi. Inoltre per l'energia prodotta a mezzo di impianti di cogenerazione è prevista una priorità del dispacciamento rispetto all'energia elettrica prodotta con impianti convenzionali, mentre le eccedenze di energia elettrica prodotta a mezzo di impianti assimilati a quelli che utilizzano fonti di energia rinnovabili è previsto un obbligo di ritiro da parte del soggetto cessionario a prezzi determinati in applicazione del criterio del costo evitato dall'Autorità, stabilito dall'articolo 3, comma 12, del medesimo decreto.

Il documento emanato per la consultazione, disponibile sul sito internet (www.autorita.energia.it), viene diffuso per offrire l'opportunità a tutti i soggetti interessati di formulare osservazioni e suggerimenti prima che l'Autorità proceda alla definizione dei provvedimenti in materia.

Osservazioni e suggerimenti devono pervenire all'Autorità, per iscritto, entro il 18 settembre 2000.