Emblema della Repubblica Italiana
Cerca |  Contatti |  English   
 
Menu di navigazione
Comunicato stampa

Contratto da 4,5 kW: il Codice di condotta commerciale garantirà la trasparenza delle nuove proposte tariffarie

Milano, 02 marzo 2000

Negli scorsi giorni l'Enel ha offerto la possibilità di prenotare, entro il prossimo 30 settembre, il passaggio gratuito dal contratto da tre chilowatt di potenza a quello da quattro chilowatt e mezzo. L'offerta è da considerare come una delle proposte tariffarie che i fornitori possono proporre ai clienti vincolati (piccole imprese, commercio, artigianato, utenti domestici) sotto il controllo dell'Autorità e nel rispetto delle condizioni trasparenti e non discriminatorie previste dalla riforma del sistema tariffario elettrico in vigore dallo scorso primo gennaio.

Tra le condizioni che i fornitori devono rispettare, l'Autorità per l'energia elettrica e il gas segnala l'obbligo di adozione del Codice di condotta commerciale previsto all'articolo 4 della delibera n. 204 del 29 dicembre 1999 (Gazzetta Ufficiale n. 306 del 31.12.1999). I fornitori hanno tempo fino al prossimo 30 giugno per proporre il Codice all'Autorità dopo averlo discusso con le associazioni dei consumatori. L'Autorità dovrà decidere entro sessanta giorni. L'Enel potrà procedere nella sottoscrizione dei nuovi contratti solo successivamente all'entrata in vigore del Codice.

Si tratta di una garanzia indispensabile per gli utenti che devono avere chiare informazioni sia dei vantaggi delle proposte tariffarie, sia dei loro costi. Ad esempio, agli utenti deve essere garantita la possibilità di annullare la scelta fatta entro un ragionevole periodo e deve essere reso noto il costo del ritorno al contratto precedente.

La facoltà di offrire nuove proposte tariffarie, prevista dall'Autorità per il secondo semestre dell'anno con entrata in vigore, per gli utenti domestici, dal primo gennaio 2001, rende possibile l'introduzione di tariffe multiorarie, che promuoveranno lo spostamento dei consumi nelle fasce orarie di minor carico del sistema, e le cosiddette "tariffe verdi" che garantiscono all'utente l'acquisto di elettricità prodotta da fonti rinnovabili.

L'Autorità ha allo studio ulteriori provvedimenti diretti a dare agli utenti la consapevolezza del costo dell'energia e degli effetti negativi che possono derivare all'ambiente dall'incremento dei consumi energetici. Imminente è l'introduzione dell'obbligo per i fornitori di segnalare, almeno una volta l'anno, variazioni nei consumi su diversi periodi affinché gli utenti siano in grado di adottare provvedimenti per un uso più efficiente dell'energia.